La mia marketing persona – parte 1

In questo post ti voglio descrivere la mia marketing persona. O, più precisamente, la prima delle mie marketing personas, perché ne ho più di una, tutte ugualmente straordinarie 🙂

Se ti riconosci nell’identikit che descrivo sotto, sappi che ti sto cercando. E che siamo destinati a lavorare insieme. Mi sembra di vederti ovunque: in mezzo alla gente, su Twitter, persino nei miei sogni.

Perché so che sei là fuori, da qualche.

Tu sei la mia marketing persona. E, per me, sei importante.

Immagino ti starai domandando cosa sia una marketing persona.

Devi sapere che, per essere competitivo e raggiungere i propri risultati, ogni professionista che si rispetti deve trasformarsi in profiler e delineare l’identikit del proprio cliente ideale: una descrizione minuziosa della persona a cui sono rivolti i suoi prodotti o servizi, in modo da personalizzare la propria strategia di comunicazione.

Tecnicamente questa descrizione si chiama, appunto, marketing persona (o buyer persona, customer avatar, ecc.).

Anch’io, come traduttore professionista, ho bisogno di immaginare i miei clienti di riferimento, in base ai miei settori di specializzazione. Per questo motivo, ho preso carta e penna e ho iniziato a disegnare il profilo delle persone con cui vorrei collaborare.

Non è stato facile ma, alla fine, credo di aver fatto un buon lavoro. Di seguito ti presento il primo di questi clienti ideali. Sarebbe bello se fossi proprio tu.

Ecco come ti vedo…

La mia marketing persona

Riccardo

In base ai miei calcoli, hai 45 anni, portati benissimo peraltro.

Per renderti più reale, ho deciso di chiamarti Riccardo. Quasi sicuramente non è il tuo nome, ma sappi che, con buona probabilità, siamo destinati a lavorare insieme, anche se ancora non mi conosci. A proposito: piacere, io sono Cristiano.

Sei l’executive o il responsabile marketing della filiale italiana di un importante network che realizza e distribuisce film, documentari e serie TV. Non rivelerò qui quanto guadagni, per rispettare la tua privacy. Molto, comunque.

E, lasciamelo dire, meritatamente.

Sei sposato e hai due figli di 8 e 5 anni. Un maschietto sorridente e pieno di vitalità e una femminuccia bionda e sveglia, come nelle migliori pubblicità. Vorresti passare più tempo con loro e fai di tutto per essere a casa la sera, quando vanno a dormire.

Hai un grande cruccio: sei alla disperata ricerca di qualcuno che coordini la sottotitolazione dei vostri contenuti, perché non ne puoi più di traduzioni con dialoghi senza senso che riducono il valore dei prodotti audiovisivi del tuo network. Sei convinto che la corretta localizzazione nelle varie lingue sia fondamentale per rendere il contenuto appetibile in tutti i mercati. E hai perfettamente ragione!

Sei proprio in gamba…

Capisco perfettamente i tuoi dubbi: so che non è facile trovare la persona giusta.

Per questo, se non l’hai ancora fatto, ti consiglio di provare a immaginare come potrebbe essere fatto il tuo fornitore ideale. Non so se i manuali di marketing lo contemplino, però vale la pena fare un tentativo, no?

Ti posso dare una mano, se vuoi.

Sicuramente deve essere una persona competente, che conosce bene il mercato dell’audiovisivo e ha un’ottima conoscenza delle lingue da cui deve tradurre, oltre a essere bravo nella scrittura dei dialoghi. È simpatico – il che non guasta mai -, disponibile e preciso nel suo lavoro.

Ne completano il profilo spiccate doti comunicative e una maniacale – in senso buono – attenzione per i dettagli.

Immaginalo ironico, divertente e sveglio.

Chiamalo Cristiano.

E contattalo subito. È stato facile, no?

C.

P.S.: Se hai bisogno di una traduzione, ma non sei Riccardo, non c’è nessun problema! Posso aiutare anche te!

P.S.2: prossimamente ti parlerò di Sophie, la seconda marketing persona che ho delineato. Magari somiglia proprio a te!

Per approfondire l’argomento :

https://buffer.com/library/marketing-personas-beginners-guide
https://digitalagencynetwork.com/how-to-create-personas-for-marketing-in-2019/