Video marketing: come costruire una strategia di successo

Attualmente, oltre il 71% dei marketer B2B include i video al proprio marketing mix. Per le aziende alla ricerca di soluzioni per potenziare il proprio content marketing, i video possono rappresentare un ottimo alleato.

Indipendentemente dal fatto che tu conosca già il video marketing o stia iniziando a prenderlo in considerazione, questi suggerimenti ti aiuteranno ad approfondire, pianificare e definire la tua strategia di video marketing.

Strategia di video marketing

Conosci il tuo pubblico

Utilizza le buyer personas per ottenere maggiori informazioni e capire quali sono i tipi di video preferiti dal tuo pubblico.

Le caratteristiche demografiche, comportamentali e psicografiche, oltre alle informazioni su pain point e obiettivi delle buyer personas, sono particolarmente utili per capire quali siano i tipi di video e gli argomenti su cui puntare.

Definisci un piano

È difficile creare video senza un piano dettagliato. Inizia con un brief che dettagli il pubblico di riferimento, la (o le) call to action, i canali di distribuzione, la piattaforma di hosting, la durata stimata/desiderata, le considerazioni stilistiche e di tone of voice, oltre alle eventuali risorse specifiche necessarie.

Successivamente, utilizza queste informazioni per costruire una timeline che includa le attività di pre-produzione (es. la scrittura dello script), produzione (es. le riprese) e post-produzione (es. editing e pubblicazione).  

Dati e Analytics

Dopo aver pubblicato il video, è importante capire come stiano andando. Sono diversi i dati che possono essere analizzati, ma quelle elencate di seguito sono le principali metriche per i video.

  • Views: il numero di visualizzazioni indica il numero di persone raggiunte dal video e il tipo di interesse che sta generando. Controlla se le metriche giornaliere delle views rilevano picchi o crolli di visualizzazioni e osserva le tendenze delle views totali nel tempo. Considera i fattori relativi alla piattaforma di promozione di ciascun video, le tematiche affrontate e da quanto tempo è on line.
  • Engagement: qual è stato il coinvolgimento di chi ha guardato il video? Ha cliccato mi piace, condiviso o commentato? Se il video è su YouTube, qual è il rapporto tra i click sul pollice verso l’alto e quello verso il basso? La raccolta e l’analisi dell’engagement possono suggerire azioni in grado di aumentare il coinvolgimento di chi guarda il video.
  • Durata della visualizzazione: il tempo trascorso da una persona per la visione del video. Qual è la percentuale di chi guarda il video fino in fondo? In che punto la maggior parte degli altri interrompe la visualizzazione? Pubblici e argomenti diversi determineranno tempi di visualizzazione diversi. Utilizza i dati per trovare la soluzione migliore per il tuo pubblico.
video marketing
Photo by Donald Tong on Pexels.com

Obiettivi del video marketing

Ogni video deve essere realizzato avendo in mente obiettivi chiari e documentati.

  • Costruire la fiducia: i video a valore aggiunto portano il pubblico a tornare regolarmente sul canale. Ogni video utile contribuisce ad aumentare la credibilità. Più le persone si fidano di te, più aumenteranno il consumo dei tuoi contenuti, con una maggiore possibilità di diventare clienti.
  • Generare traffico utile: l’aggiunta di un video al sito può aumentare fino a 53 volte la possibilità di essere presenti sulla prima pagina di Google. Aiuta, inoltre, a far rimanere i visitatori più a lungo sulla pagina.   
  • Fornire conoscenza: uno degli aspetti più importanti del video marketing è quello di aiutare il pubblico ad approfondire la conoscenza di un argomento, un marchio, un prodotto o un’offerta di servizi. Il 79% dei consumatori preferisce acquisire informazioni su un prodotto o un argomento attraverso un video rispetto ad altri tipi di fonti.

Il video nel Percorso dell’Acquirente

Per soddisfare le varie tappe del Percorso dell’Acquirente sono necessari diversi tipi di video. Ecco alcuni esempi di contenuti video che puoi creare e distribuire al tuo pubblico.

  • Consapevolezza: affrontare i pain point del pubblico e iniziare a costruire consapevolezza e fiducia.
  • Considerazione: affronta contenuti mirati che esaminano soluzioni e percorsi alternativi.
    • Webinar
    • Video promozionali sul tuo sito
    • Video aggiuntivi che enfatizzano il tuo marchio e la tua cultura
  • Decisione: restringi il campo ai principali vantaggi chiave, al confronto fra prodotti e risultati.
    • Video di mostrativi più approfonditi/informativi
    • Testimonianze dei clienti
    • Demo di prodotto dettagliate
    • Video personalizzati rivolti direttamente alle persone e ai loro problemi
  • Retention: mostra come i clienti possano ottenere ancora di più.
    • Video dimostrativi approfonditi per sfruttare al meglio il tuo prodotto/servizio o con suggerimenti per risolvere un problema
    • Webinar/video riservati ai clienti che offrono contenuti esclusivi a cui solo loro potranno accedere
  • Advocacy: Continua a costruire una reputazione positiva per il marchio e l’engagement della community.
    • Webinar specifici per settore o tematica per fornire informazioni ancora più approfondite
    • Contenuti esclusivi che solo i clienti possono visualizzare, gratuitamente o con la possibilità di vederlo in anteprima

I video sono una forma coinvolgente ed emozionante di contenuti, in grado di amplificare la strategia e il mix di content marketing.

L’utilizzo di queste strategie e suggerimenti può aiutarti a distribuire video più pertinenti e ottimizzati al tuo pubblico di riferimento.


Cristiano Bacchieri - translator, traduttore

Questo post è la traduzione e rielaborazione di un articolo pubblicato su laungh-marketing.com.

Hai un testo in inglese o in francese da tradurre in italiano? Contattami e parliamone o leggi l’elenco dei servizi che offro

Foto di copertina: Photo by George Milton on Pexels.com

Back to Top
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: