CreativitàMarketing

5 modi per creare un’abitudine

abitudine
Tempo di lettura: 3 minuti

Un altro anno è finito – in questo caso anche un decennio – portandosi con sé momenti belli e altri meno, traguardi raggiunti e grandi delusioni. E gennaio, come spesso accade, è il periodo dedicato ai momenti di riflessione e ai bilanci, in attesa di vivere un nuovo anno carico di speranze e aspettative.

Oltre all’immancabile definizione dei buoni propositi per il futuro. Per molti, un’operazione tutt’altro che facile, almeno per quanto riguarda la frase operativa, soprattutto sulla base dei risultati dei bilanci di cui sopra. Per i creativi, poi, questa fase sembra essere un’attività particolarmente difficile.

Per quanto mi riguarda, sono anni che stilo una lista dei miei buoni propositi, in genere per iscritto. Alcuni, con mia grande soddisfazione, si realizzano durante l’anno, mentre altri rispuntano su quella lista anno dopo anno, continuando a non trovare un corrispettivo nella realtà. I motivi di questa mancata realizzazione non mi sono mai del tutto chiari, anche se so che dipende da me. Probabilmente è soprattutto la mancanza di costanza e motivazione a fare la differenza.

Ed è per questo che ho trovato particolarmente interessante il video di Cyrus North, uno youtubeur francese che, in modo semplice e divertente, riesce a spiegare concetti filosofici interessanti e profondi.

In questo video, Cyrus suggerisce cinque consigli per creare delle abitudini che possono aiutarci a raggiungere i nostri obiettivi. Ho letto varie volte suggerimenti al riguardo, ma questi mi sembrano un’ottima sintesi da cui partire.

1. Trovare una buon motivo per creare un’abitudine

Cyrus spiega che, spesso, non riusciamo a raggiungere un determinato risultato perché, alla fine, non è ciò che vogliamo veramente . Forse abbiamo cercato di raggiungerlo solo perché ci è stato suggerito dall’esterno e, dentro di noi, sappiamo che non fa per noi. In questi casi, pensare al risultato, al momento in cui raggiungeremo quell’obiettivo e alle sensazioni che proveremo, può aiutarci a capire se è ciò che vogliamo veramente e a darci la motivazione giusta per perseverare.

2. Progredire a piccoli passi

Quando fissiamo un nuovo obiettivo, il desiderio di novità può spingerci a voler fare tutto e subito. Questa, spesso, è la ricetta ideale per affossare rapidamente l’entusiasmo e abbandonare il progetto. Cyrus suggerisce di partire facendo poco alla volta, ogni giorno.

Questo consiglio mi ricorda il concetto spiegato da Luca Mazzucchelli nel suo libro “Fattore 1%: piccole abitudini per grandi risultati“, in cui lo psicologo suggerisce di svolgere ogni giorno l’1% di ciò che serve per arrivare a un determinato risultato, riducendo stress e frustrazione.

3. Creare un’ancora

Per favorire la creazione di un’abitudine, è molto utile collegare la sua esecuzione a un'”ancora”, ovvero un gesto o un’azione che si compie ogni giorno. Ad esempio, possiamo sviluppare un’abitudine serale ancorandola al momento in ci laviamo i denti.

4. Definire un punto di partenza forte

Collegare l’avvio di una nuova abitudine a una data “importante” (come il primo giorno dell’anno o il proprio compleanno) può aiutare a iniziare davvero. Per evitare di procrastinare in modo seriale, come fa mia madre da anni citando un non meglio identificato lunedì in cui inizierà la dieta…

5. Utilizzare la tecnica della catena

Un ottimo modo per essere costanti nella creazione di un’abitudine è quello di appendere un calendario alla parete e, ogni giorno in cui l’abitudine in questione viene praticata, segnare una “X”. Vedendo quella serie di croci sul calendario, saremo spinti, ogni giorno, a impegnarci per portare a termine la stessa azione, evitando così di “spezzare” la catena. Un gesto semplice, ma dal potente impatto psicologico.

Questo metodo è chiamato anche “tecnica di Seinfeld”, dal nome del famoso comico americano Jerry Seinfeld, che la utilizzava per impegnarsi ogni giorno a scrivere i contenuti per i suoi spettacoli. Ho sentito parlare di questa catena la prima volta leggendo i consigli di James Clear, esperto in materia di abitudini e perseveranza e autore del best seller “Piccole abitudini per grandi cambiamenti. Trasforma la tua vita un piccolo passo per volta“.

Cyrus North conlude il video con un bonus: il consiglio di utilizzare queste regole anche per abbandonare una cattiva abitudine.

Quest’anno ho fissato tre obiettivi, per i quali avrò bisogno di altrettante abitudini. Questi suggerimenti mi saranno utili per guidarmi nel loro raggiungimento.

Mi sono reso conto che questi tre traguardi sono proprio quelli che continuano a comparire ogni anno nella mia lista dei buoni propositi. Forse, finalmente, quest’anno verranno depennati.

E voi, cari lettori, avete qualche altro metodo efficace per rendere costante un’azione nel tempo?

Nell’attesa di raggiungere i traguardi che ci siamo prefissati, auguro a tutti un anno ricco di buone abitudini.

Cristiano

Lascia un commento